Dottor Massimo Lomi | Terapia con onde d’urto

Il Dott. Massimo Lomi, laureato in Fisioterapia presso l’Università di Pisa, si occupa specificatamente di onde d’urto piezoelettriche focalizzate da quasi 10 anni. Attualmente utilizza un apparecchio per onde d’urto extracorporee focalizzate Piezowave
  • Laureato in Fisioterapia presso l’Università di Pisa
  • Si occupa specificatamente di onde d’urto piezoelettriche focalizzate da quasi 10 anni.
  • Attualmente utilizza un apparecchio per onde d’urto extracorporee focalizzate Piezowave  ( http://www.richard-wolf.com/en/shock-wave/orthopaedics/piezowave.html ) con ottime percentuali di guarigione ( circa 87% dei casi delle patologie trattate ). .

La Terapia con onde d'urto

Indicazioni terapeutiche sull’apparato muscolo-scheletrico 1)

Patologie dei tessuti molli

Calcificazione e ossificazione Condrocalcinosi del gomito, dell’ anca e del ginocchio Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin. Miositi ossificanti Fibrotizzazione di muscoli, legamenti, fasce 2)

Tendinopatie dei tessuti molli

Tendinopatia calcifica della spalla Epicondilite laterale del gomito Tendinite trocanterica Tendinite della zampa d’oca Tendinite post-traumatica di ginocchio Tendinite del rotuleo Tendinite del tendine d’Achille Fascite plantare con sperone calcaneale 3)

Tessuti ossei

Necrosi asettica testa omero/femore Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi Fratture da stress Algoneurodistrofia

Indicazioni Terapeutiche in altre branche

Urologia Calcolosi Renale e nella Induratio Penis Plastica La maggior parte dei trattamenti con onde d'urto riguarda le patologie dei tessuti molli e le infiammazioni muscolo-tendinee. La terapia con onde d’urto agisce su condizioni di sofferenza che hanno cause biomeccaniche spesso distanti dalla sede di infiammazione da trattare; quindi l’efficacia della terapia non è legata solo all’efficacia del trattamento in sé, ma richiede una corretta diagnostica biomeccanica e un trattamento di rieducazione e correzione di sostegno atto a modificare anche le cause originarie della patologia per evitare il rischio che la medesima patologia si ripresenti a breve distanza. E’ quindi importante che la terapia con onde d’urto sia parte di un processo terapeutico più ampio che valuti l’aspetto patologico nell’insieme della condizione clinico-funzionale del soggetto, così che, integrata con altri interventi fisiokinesiterapici, risolva il fenomeno infiammatorio conclusivo e, contestualmente, intervenga anche sulle cause originarie. Si può quindi affermare che, nei casi in cui vi è una corretta indicazione clinica, l’interesse per il trattamento con la terapia ad onde d’urto si evidenzia - nella riduzione del ricorso al trattamento chirurgico, - nella riduzione dell’uso di farmaci, - nella relativa assenza di effetti collaterali, - nella precoce evidenza della risposta positiva, - nel numero estremamente ridotto dei trattamenti necessari.

Il dottor Lomi visita nei seguenti giorni

  • 8am - 4pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando a usare questo sito web, acconsenti all'utilizzo che facciamo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close